Neo-nomadi e autoctoni

Firenze5 MARZO 2019 - 28 APRILE 2019

Accademia delle Arti del Disegno, Firenze.

ORARI

Lunedi: chiuso
Martedì-Sabato: dalle 10 alle 19
Domenica: 10-13

Un onore e una responsabilità

La mostra nel cuore della Toscana, a Firenze, delle opere del membro dell’Accademia Russa di Belle Arti Andrej Esionov è il risultato di una scelta creativa e della valutazione molto positiva della sua arte da parte di autorevoli specialisti e di celebri critici d’arte e pittori italiani.

I nostri egregi colleghi, il presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze Cristina Acidini e il professore di pittura Andrea Granchi, hanno fornito un’eccellente e dettagliata descrizione dei quadri e degli acquerelli di Esionov.

È un onore e una responsabilità esporre opere contemporanee accanto ai capolavori di Giotto e Paolo Uccello, di Leonardo, Michelangelo, Botticelli e Raffaello, del Ghiberti e del Brunelleschi, di Donatello e del Cellini, in una terra benedetta, permeata dello spirito dei geni del Rinascimento, celebrata da Dante, Petrarca e Boccaccio…

Il riconoscimento del talento di Andrej Esionov nella culla del Rinascimento è un onore per l’Accademia Russa di Belle Arti, la quale è custode e prosecutrice delle grandi tradizioni dei maestri del passato, tradizioni che tutt’oggi stimolano il progresso e la vitalità dell’arte.

Le qualità dei mezzi pittorici di Andrej Esionov, l’irripetibilità del suo pensiero figurativo, la sua immaginazione artistica e la perfezione dell’esecuzione tecnica delle idee, evidenziate dai nostri egregi colleghi, testimoniano uno studio approfondito dei grandi maestri che l’hanno preceduto e una solida preparazione professionale.

Questa mostra è un contributo significativo allo sviluppo tra l’Accademia Russa e quella di Firenze di una collaborazione benefica per entrambe; spero che l’attento ed esigente pubblico italiano non rimanga deluso, ma che sia invece autenticamente ispirato da quanto visto.

Zurab Cereteli
Presidente dell’Accademia Russa di Belle Arti

 

Suggestioni e nuove tendenze dell’arte russa

La Russia oggi è un paese culturalmente vivace e aperto alle novità, anche e soprattutto nel mondo dell’arte. Sono lieto dunque che Firenze ospiti una mostra dell’artista Andrey Esionov, prevista la prossima primavera presso l’Accademia delle Arti del Disegno. Si tratta di un ulteriore tassello che rafforza l’amicizia tra i due paesi e apre le porte della nostra città e dei suoi immensi tesori artistici alla commistione con il grande paese dell’Est, così cambiato negli ultimi decenni e con così tanto da scoprire anche dal punto di vista culturale.

Andrey Esionov è un pittore conosciuto sia in Russia che all’estero. Membro effettivo della Russian Academy of Arts, per un periodo della sua vita, in cui si è concentrato unicamente sull’attività imprenditoriale realizzandosi come uomo d’affari, si è preso una lunga pausa dall’arte figurativa, dopo cui tuttavia è tornato a dipingere.

L’esposizione che ha deciso di tenere a Firenze si chiamerà ‘Neo-nomadi e autoctoni’ e sarà interessante andare a scoprire, attraverso di lui, le suggestioni e le nuove tendenze dell’arte russa in generale.

Ringrazio l’Associazione Amici del Museo Ermitage Italia, con sede a Firenze, che è da sempre attiva nel promuovere mostre di artisti contemporanei russi in Italia, e la presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno Cristina Acidini, grazie alla quale un Accademico russo ha la possibilità di esporre i suoi quadri nella nostra città.

Dario Nardella
Sindaco di Firenze